CONDIVIDI

Le TV HD vengono infatti utilizzati ogni giorno come monitor da milioni di videogiocatori di tutto il mondo. Per un appassionato di videogames è importante scegliere un modello che, oltre ovviamente ad un’alta qualità delle immagini, abbia determinati requisiti, come refresh rate e tempo di risposta rapidi, per consentire una giocabilità di buon livello.

Sfortunatamente i produttori di TV non specificano quasi mai i dettagli utili per i gamer per capire se quel modello è adatto per i loro scopi… leggete quindi molto attentamente questa guida, in cui spiegheremo tutti i parametri più importanti da valutare per l’acquisto di un TV per il gaming.

Risoluzione: 720p, 1080p o 4K?

Chi cerca una buon TV per il gaming potrebbe pensare che la risoluzione è di importanza fondamentale, perché in genere ad una risoluzione maggiore corrisponde una maggiore qualità dell’immagine. In realtà la risoluzione non è così importante: i videogiochi per console, a differenza di quelli per PC, di solito girano a 720p o 1080p e sono “upscalati” sia dalla console che dalla stessa TV.

Ciò non significa che un videogioco a 1120×584 su una TV 720p avrà la stessa resa che su una TV 1080p. Televisori diversi hanno processori dell’immagine diversi, e nella maggioranza dei casi una risoluzione maggiore porterà ad avere immagini più definite. Il consiglio è quindi di scegliere, nella fascia di prezzo di nostra competenza, la migliore TV, che per la maggior parte dei videogiocatori di console sarà un 1080p.

Diverso è il discorso per il gaming PC, dove una risoluzione a 4K può dare un effettivo vantaggio visivo, tanto maggiore quanto maggiori sono le dimensioni dello schermo. C’è anche da dire che per sfruttare pienamente la risoluzione a 4K il PC deve avere requisiti hardware più elevati, in mancanza dei quali sarete costretti a ridurre la risoluzione per favorire le prestazioni.

 

Input Lag

Un elemento importantissimo da considerare nell’acquisto di una TV per il gaming è l’input lag, ovvero l’intervallo di tempo (misurato in millisecondi) che passa tra quando inviamo un comando nel gioco e quando questo viene effettuato. Se infatti questo intervallo di tempo è troppo alto, il gamer percepirà i comandi come lenti ed inefficaci. Purtroppo l’avanzato sistema di image processing che i moderni televisori utilizzano per migliorare la qualità dell’immagine spesso comporta anche un tempo di risposta maggiore.

I modelli più rapidi attualmente in commercio hanno un input lag intorno ai 30-50ms (i più lenti invece possono superare anche i 100ms), valore che si può abbassare ulteriormente attraverso l’apposita “modalità game”, implementata su molte TV, che riduce l’input lag. Purtroppo quasi nessun produttore di televisori riporta l’input lag nelle specifiche tecniche, perciò l’unico modo per scoprirlo è leggere le recensioni online o andare sui siti specializzati che riportano i valori di input lag di moltissimi televisori.

Refresh rate: 50, 100, 200 o 600 Hz?

Come abbiamo già visto nel nostro articolo (http://tv.tecnologici.net/guide/refresh-rate-di-una-tv-cosa-ce-da-sapere), il refresh rate è il numero di volte al secondo che il TV aggiorna l’immagine che sta visualizzando. In linea di massima più il refresh rate è alto meglio è, ma questo valore non è molto interessante per i gamers perché i giochi per console non girano quasi mai a più di 60 fps (frame al secondo), anzi alcuni vanno ancora più “lenti”, a 30 fps. Ciò significa che il videogioco invia alla TV un nuovo frame solo 60 volte al secondo perciò, anche se avessimo uno schermo che aggiorna l’immagine più frequentemente, non noteremo nessun beneficio.

Le dimensioni contano?

C’è infine un aspetto che in molti considerano importantissimo: la dimensione dello schermo. I televisori hanno in genere uno schermo di dimensione compresa tra i 32″ e i 60″ ed oggi, con il calo dei prezzi dei TV HD, bastano poco più di 1.000€ per portarsi a casa TV da 60″. Non dobbiamo però dimenticarci che per i televisori vale la regola della distanza, perciò potremo anche prendere un 60″ o 65″, ma se sappiamo già che lo vedremo da molto vicino, un modello così grande potrebbe finire per creare un effetto troppo dispersivo.

Tirando le somme di quanto detto finora, una buon TV per il gaming per console deve avere una risoluzione di 1080p, un input lag basso ed un’apposita modalità game, mentre per il gaming PC può valere la pena acquistare una TV con risoluzione a 4K. Alcuni modelli Sony (come la serie KDL) sono molto indicati per i videogiochi, ma leggere le recensioni su internet è sicuramente il modo migliore per capire qual è il modello migliore per le nostre esigenze videoludiche.