CONDIVIDI

Tra i vari bilanci che si fanno a fine anno non può mancare, per gli appassionati di cinema, la classifica dei migliori film. Premesso che quello appena trascorso è stato un anno ricco di pellicole affascinanti e meritevoli, pur non essendo un sito specializzato in questo settore, ci siamo permessi di stilare la nostra personale classifica dei migliori film del 2016… rigorosamente in ordine alfabetico. Buona lettura!

 

1)  È solo la fine del mondo

e-solo-la-fine-del-mondo

È solo la fine del mondo, del giovane regista canadese Xavier Dolan, è un film con produzione franco/canadese che è stato scelto come film rappresentante il Canada per l’Oscar al miglior film straniero 2017.

Distribuito in Italia dal 7 dicembre, racconta la storia di Louis, uno scrittore malato terminale, che decide di tornare nel suo paese natale dopo 12 anni di lontananza per rivedere la sua famiglia e comunicare la sua morte imminente. Al ritorno di Louis ogni membro della famiglia avrà una reazione differente…

 

2)  Fuocoammare

fuocoammare

Fuocoammare, diretto da Gianfranco Rosi, è un documentario che ha vinto l’Orso d’oro per il miglior film al Festival di Berlino. Tratta un tema attualissimo che riguarda l’Europa ma soprattutto l’Italia, ovvero gli sbarchi di immigrati sull’isola di Lampedusa.

Il 26 settembre scorso è stato scelto come film rappresentante l’Italia per l’Oscar al miglior film straniero 2017, ma il 16 dicembre l’Academy ha annunciato la prima selezione dei film in lingua originale che concorreranno per gli Oscar e Fuocoammare è stato escluso.

 

3)  Il caso Spotlight

il-caso-spotlight

Il caso Spotlight è un film del 2015, distribuito nelle sale italiane il 28 febbraio 2016, diretto da Tom McCarthy. Ha vinto 2 premi Oscar, per il miglior film e per la miglior sceneggiatura originale.

La pellicola racconta la storia e le conseguenze dell’indagine svolta dal quotidiano The Boston Globe sull’arcivescovo Bernard Francis Law, accusato di aver coperto molti casi di pedofilia avvenuti in diverse parrocchie. Per questa indagine, nel 2003 il Boston Globe vinse il premio Pulitzer di pubblico servizio e, allo stesso tempo, diede il via a numerose altre indagini su casi di pedofilia presenti all’interno della Chiesa cattolica.

 

4)  La grande scommessa

la-grande-scommessa

La grande scommessa è un film del 2015 (uscito in Italia il 7 gennaio 2016) diretto da Adam McKay e basato sul libro di Michael Lewis “The Big Short – Il grande scoperto” (“The Big Short: Inside the Doomsday Machine”).

Gli interpreti principali sono Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling e Brad Pitt, che interpretano un gruppo di investitori che avevano intuito cosa stava per succedere sul mercato prima dello scoppio della crisi finanziaria del 2007-2008. Candidato a cinque Premi Oscar, si è aggiudicato il premio per la miglior sceneggiatura non originale

 

5)  La pazza gioia

la-pazza-gioia

La pazza gioia, di Paolo Virzì, ha come protagoniste Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti.

Il film, presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2016, racconta le vicende di due donne che vivono a Villa Biondi (Pistoia), all’interno di una comunità per donne affette da disturbi mentali. Beatrice (Valeria Bruni Tedeschi) è una donna che crede di essere una gran signora finita lì per caso, mentre Donatella (Micaela Ramazzotti) è una giovane introversa e diffidente.

Non senza alcune difficoltà, le due donne finiranno per diventare amiche e riusciranno a convincere i responsabili della comunità a sceglierle per un programma rieducativo in un vivaio della zona.

 

6)  Lo and Behold

lo-and-behold

Lo and Behold – Internet: il futuro è oggi  è un documentario diretto da Werner Herzog in cui il regista riflette (e fa riflettere) sull’impatto della tecnologia sulla vita dell’uomo (Internet, Intelligenza artificiale, Internet delle cose….). Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2016.

Per Lo and Behold Werner Herzog ha ricevuto una nomination agli Oscar 2016.

 

7)  Lo chiamavano Jeeg Robot

lo-chiamavano-jeeg-robot

Lo chiamavano Jeeg Robot è un film del 2016 diretto e prodotto da Gabriele Mainetti con protagonista Claudio Santamaria.

Il film è un omaggio alla serie manga e anime “Jeeg robot d’acciaio” di Gō Nagai, ed il titolo si basa sul fatto che uno dei protagonisti (Alessia, interpretata da Ilenia Pastorelli) crede che Hiroshi Shiba, l’eroe del cartone animato giapponese, esista nel mondo reale e lo identifica con Enzo (Claudio Santamaria).

 

8)  Neruda

neruda

Neruda è un film del 2016 diretto dal regista cileno Pablo Larraín che racconta la vita del celebre poeta cileno Pablo Neruda.

Il film è ambientato nel 1948, quando il senatore Pablo Neruda denuncia pubblicamente il governo connivente con gli Stati Uniti. Il golpe del 1973 è ancora lontano, ma Neruda è costretto alla clandestinità dal governo di Gabriel González Videla, che ne affida la caccia all’ispettore Oscar Peluchonneau.

 

9)  Revenant

revenant

Revenant (Redivivo) è un film del 2015 (uscito in Italia il 16 gennaio 2016), diretto, co-scritto e co-prodotto dal regista messicano Alejandro González Iñárritu. È basato sul romanzo di Michael Punke “Revenant – La storia vera di Hugh Glass e della sua vendetta” ed è parzialmente ispirato alla vita del cacciatore di pelli Hugh Glass.

Quest’ultimo, vissuto a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento, durante una spedizione commerciale lungo il Missouri nel 1823 fu abbandonato in fin di vita dai suoi compagni ma riuscì a sopravvivere.

Il protagonista del film è Leonardo Di Caprio, insieme a Tom Hardy, Will Poulter e Domhnall Gleeson.

Il film ha vinto numerosi premi: 3 Golden Globes, 5 premi BAFTA e 3 Premi Oscar, incluso il premio come “Miglior attore protagonista” a Leonardo Di Caprio, che ha quindi ottenuto la sua prima vittoria agli Oscar.

 

10)  The Hateful Eight

the-hateful-eight

The Hateful Eight è un film del 2015 (uscito in Italia il 4 febbraio 2016), scritto e diretto da Quentin Tarantino e interpretato da Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh, Walton Goggins, Demián Bichir, Tim Roth, Michael Madsen, Channing Tatum e Bruce Dern.

Si tratta del secondo western di Tarantino dopo Django Unchained. Distribuito negli Stati Uniti dalla Weinstein Company, Tarantino lo ha fatto distribuire in edizione limitata a partire dal 25 dicembre 2015 in formato 70mm e poi in digitale, su larga scala, dal 24 gennaio 2016 (in Italia è uscito il 28 gennaio 2016 in 70mm e il 4 febbraio in formato digitale).

The Hateful Eight, pur non raggiungendo gli incassi record delle 2 precedenti pellicole di Tarantino (Bastardi senza gloria e Django Unchained), ha ottenuto un buon successo di pubblico e di critica.

La colonna sonora è stata interamente composta dall’italiano Ennio Morricone, che ha vinto un Golden Globe per la migliore colonna sonora, un premio BAFTA e un Premio Oscar per la migliore colonna sonora.