CONDIVIDI

L’IFA 2015 è stato teatro delle nuove innovazioni tecnologiche nel campo delle TV, ed LG è stato senza alcun dubbio il produttore che ha voluto enfatizzare maggiormente il frutto dei suoi ultimi sforzi. La tecnologia OLED in particolare è stata la protagonista dello stand di LG, alla base della nuova serie EF950V (da 55 e 65 pollici, con i modelli 65/55EF9500).

Sottilissimi, grazie all’assenza della retroilluminazione, con un profilo di soli 4.8mm nel punto di spessore minimo, e con un’eccellente profondità dei neri, come è lecito aspettarsi dalla tecnologia OLED, che riproduce il nero più profondo attraverso il semplice spegnimento dei singoli pixel.

P1070388

Quello che ha voluto sottolineare LG è il vantaggio di accoppiare un pannello OLED con la sempre più apprezzata tecnologia HDR, che consente nelle TV a più alto contenuto tecnologico di incrementare la gamma dinamica ed aumentare il livello di contrasti. D’altronde l’HDR migliora la qualità dei colori della TV rendendoli più vividi, e tale effetto è tanto più apprezzabile quanto più profondi sono i neri, aspetto su cui la tecnologia OLED eccelle grazie ai suoi vantaggi intrinseci. Inoltre, la predisposizione della tecnologia OLED per la riproduzione HDR si basa anche nella capacità di poter “modulare” la luminosità locale con precisione estrema, idealmente fino al singolo pixel, al contrario del local dimming implementato nei pannelli retro-illuminati a LED (e questo vale che per la retro-illuminazione full backlight).

P1070389_1

In particolare il messaggio di LG è quello di aver incentrato gli sforzi sull’incremento della luminosità di picco nella riproduzione dei contenuti HDR, compensando la ridotta luminosità intrinseca ai pannelli OLED rispetto ai tradizionali schermi retro-illuminati a LED. Non abbiamo dati ufficiali sull’intensità della luminosità dei nuovi pannelli OLED di LG, e gli ultimi rumors parlano di valori che si attestano nell’intorno dei 500nits, valori che, se confermati, potrebbero essere sufficienti ad una buona godibilità dei contenuti HDR anche sugli schermi OLED, in condizioni di luminosità ambientale non esageratamente critiche.

P1070385 P1070390_1

Difficile valutare la bontà dell’HDR in un pannello HDR dalla semplice valutazione visiva in una fiera, ma ci sentiamo di concordare con LG sul potenziale del binomio OLED e HDR, con la speranza di veder calare i prezzi delle TV OLED rispetto a quelli attuali (tra i 5000 e i 6000 euro per i modelli da 55 e 65 pollici).